giovedì 3 aprile 2014

A mezz'aria

Ho preso l'autobus per un soffio, riuscendo a infilarmi appena in tempo tra le persone stipate e la porta. Avevo chiesto un'informazione a una signora, e lei aveva iniziato a raccontarmi la sua storia: il marito, il lavoro, il pendolarismo da Torino a Torino... Quando l'ho salutata l'eco della sua voce è rimasta imbrigliata nei miei pensieri. 

Poi ho alzato lo sguardo verso la pancia dell'autobus, e per un attimo ho creduto che quel giorno fossero rimasti imprigionati a mezz'aria i pensieri di tutti. 



7 commenti:

  1. E che bella lettura ;-)
    ...come fai a fare le foto così senza farti sgamare? Devi mettere quella delle Gemelle in rosso sulla tube.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio finta di usare il cellulare normalmente. Poi in questo caso ero pressata contro il vetro, perciò risultava piuttosto naturale ;)

      Elimina
  2. a volte restano imprigionati nei cattivi odori e non c'è nulla da fare, altri negli ormoni adolescenziali urlanti, a volte in una bella foto ed è decisamente meglio

    RispondiElimina
  3. Brava Alice street photographer!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...