domenica 20 gennaio 2013

Cieli nizzardi

Il mare è bello d'inverno.


Train of thoughts


By Consequence, or train of thoughts, I understand that succession of one thought to another which is called, to distinguish it from discourse in words, mental discourse.
When a man thinketh on anything whatsoever, his next thought after is not altogether so casual as it seems to be. Not every thought to every thought succeeds indifferently.


7 commenti:

  1. Ma che cieli spettacolari! Mi piace soprattutto la prima foto. Che bell'atmosfera, con quel filo di pensieri che si dipana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, avesse fatto meno freddo avrei volentieri trascorso tutto il pomeriggio a farmi condurre da quel filo di pensieri... :)

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. "Viens-tu du ciel profond ou sors-tu de l'abîme, Ô Beauté?
    Ton regard, infernal et divin, Verse confusément le bienfait et le crime"
    (Charles P. Baudelaire)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pille, ci sta a pennello! :D

      Elimina
  4. Allora, seguendo il filo dei miei pensieri mi sono ricordata di questo passo e sono andata a ricercarlo per poterlo copiare qui...

    In the analogy most commonly used by contemporary Buddhists, mental activity begins to seem more like weather - like clouds and sunny spells, rainstorms and blizzards, arising and passing away. The mind, in this analogy, is the sky, and the sky doesn't cling to specific weather conditions, nor try to get rid of the 'bad' ones. The sky just is. - Oliver Burkeman, The Antidote

    RispondiElimina
  5. Ho sorriso. Quando si permette ai propri pensieri di scorrere senza rimaner imbrigliati dalla logica, si prova davvero un gran senso di libertà e bellezza :)
    Grazie.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...