sabato 25 maggio 2013

Non ho pollici verdi ma opponibili

Ho paura che, a forza di scriverne, finirò per avere una lunga lista di tentativi falliti. Eppure stavolta non solo sono stata ottimista, ma ambiziosa, ambiziosissima.



Da notare che il rabarbaro, lui, è di nuovo presente. Ho anche comprato un paio di vasi nuovi. Poi, ricordandomi che occorrevano anche i sottovasi, sono tornata al negozio e li ho chiaramente presi delle dimensioni sbagliate.

(...)

Così, accanto al microvaso col quadrifoglio invisibile (leggasi: mai spuntato), ora ci sono loro.



Nelle foto le piantine sono state da poco trapiantate in uno dei vasi nuovi. Non so se ho fatto bene. All'inizio certo sembrava una buona idea, visto com'erano accalcate, ma tirandole fuori dalla terra erano così esili e incerte su quei gambi striminziti che continuavo a ripetere loro che è un po' traumatico all'inizio, ma poi ci si abitua nel vaso nuovo, nella terra nuova, allo spazio nuovo. Terminando il tutto con: "Starai bene, vero?" e la speranza che quell'articolo che sosteneva che parlare alle piante le rallegra avesse un fondo di verità.


Questi a sinistra sono quindi rabarbari rallegrati dal mio blaterare. Immagino si noti. Le altre due foto rappresentano invece... Ecco, mi piacerebbe farlo indovinare ad altri, ma poi non saprei confermare o smentire. Il fatto è che ho piantato anche l'anice, le fragole rampicanti, le carote e i pomodori, non so che forma abbiano le piantine né in che vaso le ho messe. Geniale, vero?






















L'unica cosa certa è che fotografare le piante col cellulare, di sera e col flash non è il modo migliore per presentarle. Perciò assicuro che sono molto più carine di così (soprattutto: quelle nella foto di destra non sono immerse in una brodaglia strana).

Dulcis in fundo, la vite vergine ha cominciato a dar segno della sua presenza.


Maggio
Marzo



4 commenti:

  1. Risposte
    1. Stavolta spero di poterlo assaggiare! :)

      Elimina
  2. Io quest'anno nel mio giardino ho piantato solo (beh, non che avessi tanto spazio a disposizione!) tutta una serie di bee friendly flowers. La cosa divertente e' che essendo passati un bel po' di mesi (credo fosse Marzo) non me ne ricordo nemmeno uno quindi ogni tanto butto l'occhio e non so se quello che spunta dal terreno sono i primi germogli o... weeds! Fammi sapere se il rabarbaro si fa vivo che' ti mando la ricetta del rhubarb and almond crumble!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo a leggere il nome del dolce vado in sollucchero (nota: ho appena scoperto che "sollucchero" con due "c" viene considerata forma arcaica... mah!). Mandami le foto di questi bee friendly flowers! Non ne avevo mai sentito parlare :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...