lunedì 18 novembre 2013

La mia Urbino!

Non ho poi raccontato più nulla perché sono ripartita e mi sono fatta trascinare da altri eventi, ma quest'anno per la prima volta ho partecipato alle Giornate della Traduzione Letteraria di Urbino, ed è stato bellissimo. Ero talmente decisa a non perdermele che lo stesso giorno di apertura delle iscrizioni - a luglio - io ero già in lista per poter prenotare i seminari.

Organizzandomi con altre due amiche e colleghe, ci siamo ritrovate alla stazione di Bologna e abbiamo proseguito il viaggio insieme. Urbino ci ha accolte così.


Vista dalla finestra dell'albergo - giorno
Vista dalla finestra dell'albergo - notte




Se non fossero bastate la fantastica compagnia, le cresce squisite e la città fiabesca, si è rivelata un'esperienza splendida anche dal punto di vista professionale, perché gli incontri trattano davvero una varietà molto ampia di tematiche. Di questo però ne parlerò nel prossimo post. Per iniziare, lascio un po' delle fotografie che sono riuscita a scattare in quei quattro giorni. Io non ero preparata a una tale massiccia dose di bellezza!


Vicoli






Duomo
  



Per il dentista, seguire la freccia!





Magie notturne


Panorama


Non male, vero? 

16 commenti:

  1. Bella bella bella! Infatti stavo aspettando da un po' il tuo resoconto e le tue foto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In due puntate: prima le foto, poi il resoconto! A riguardare queste immagini mi viene voglia di ripartire subito :)

      Elimina
  2. Si può dire che le foto non rendono la reale bellezza della città? Non perché non siano all'altezza, ma perché lo splendore di Urbino è praticamente incatturabile. Io ci sono stato un Febbraio di qualche anno fa. C'era anche la neve. Eravamo in un agriturismo con alcune stanza sotto il pelo della strada, il tetto era ricoperto d'erba, su cui giocavano dozzine di coniglietti. Fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno, le foto danno solo un'idea, una sorta di suggerimento ;) Ne ho pubblicate davvero una minima parte, perché c'era bellezza in ogni scorcio e ad ogni angolo. Sublime!

      Elimina
  3. Sì, meravigliosa, peccato che sia collegata un po' male con la rete di trasporti (a meno che le cose non siano cambiate, ma ne dubito. Io ci andai molti anni fa con una corriera vomitifera), altrimenti ci andrei più spesso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hahaha è vero, ma per me è stato fantastico! Fino ad allora pensavo che fosse Potenza il capoluogo peggio servito d'Italia, invece ora so che c'è un pari merito :)

      Elimina
  4. Ma che malinconia... Sai che ho vissuto due anni lì? Facevo la scuola superiore di giornalismo. E' stata durissima passare dal casino di Roma alla tranquillità totale di Urbino. Era dura viverci, per una che ancora oggi gira in camicia mentre lì si preparano a metri di nevicate. Ma la porto nel cuore perché i luoghi segreti che mi ha regalato li porterò con me per sempre! Sei stata alla fortezza di Albornoz? Io mi perdevo ore sul prato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come mai hai scelto proprio di andare lì? E dove si trova la fortezza? Sono stata solo nel (bellissimo) prato che si intravede nell'ultima foto :)

      Comunque siamo rimaste molto colpite dalla vita dei giovani in città, perché sembrava davvero un posto dove potersi ritrovare tutti facilmente, un enorme college universitario.

      Poi siamo arrivate di giovedì, che abbiamo scoperto solo dopo essere il giorno più caotico della settimana a causa della fine dei corsi. Risultato? Per il frastuono le mie amiche non han chiuso occhio fino alle sei (io mi son svegliata pensando di non aver mai dormito così bene in vita mia, LOL).

      Elimina
  5. Ecco perché una cittadina di poco più di 15 mila abitanti fa provincia insieme a Pesaro ed ecco perché il suo cittadino più celebre (Raffaello) è seppellito al Pantheon di Roma vicino a Vittorio Emanuele II e Umberto I.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta, mi sono persa il perché :)

      Elimina
    2. Il perché è stato magistralmente insinuato attraverso le tue foto e le parole su Urbino.

      Elimina
  6. esempio di un tempo in cui i potenti usavano i soldi per creare bellezza in armonia col paesaggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non farmi pensare a quel che stanno costruendo solo qui intorno...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...