venerdì 26 aprile 2013

Torino: il MAU, Museo di Arte Urbana

I torinesi non conoscono Torino. È un dato di fatto, almeno per quanto mi riguarda. Solo da pochi giorni ed esclusivamente grazie al Geocache ho finalmente scoperto l'esistenza del MAU, ovvero il Museo d'Arte Urbana che si trova non lontano da casa mia. Oggi, terminato il lavoro in tempi da record, ne ho approfittato per farci una capatina. Sono riuscita a perdermi in una zona che avrei detto di conoscere come le mie tasche, per di più con la mappa davanti agli occhi

Borgo Vecchio Campidoglio
Il MAU è situato nel Borgo Vecchio Campidoglio, ovvero in uno spazio racchiuso tra corso Svizzera, corso Tassoni, via Cibrario e via Fabrizi. Sembra di trovarsi d'un tratto in un paese: case basse, viuzze un po' strette, tanti cortili interni. 

L'idea di riqualificare quest'area utilizzando l'arte ha preso piede a metà anni '90 e nel 1995 erano già state realizzate le prime tredici opere. Si tratta di murales e disegni spontanei che vanno a inserirsi in modo estremamente naturale sulle pareti degli edifici. Ora di installazioni ce ne sono ben 121 ma il progetto si evolve costantemente (la storia completa si può trovare sul sito ufficiale).

È poi un quartierino pieno di locali, trattorie, spazi verdi e credo potrà essere un'ottima meta per eventuali passeggiate estive. 



Opera di Gianni Gianasso





Opera di Gianluca Scarano




 






Di seguito le mie preferite





I paint, therefore I am

Alla fine il geocache non l'ho trovato e questa è chiaramente una buona scusa per tornare!

14 commenti:

  1. E' bello vedere, di tanto in tanto, sprazzi di originalità e di reale ispirazione nel nostro Paese gerontocratico. Significa che il buon Dio ancora non ci ha definitivamente maledetto ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è bellissimo. Torino poi è continua fonte di meraviglia :)

      Elimina
    2. IVLIA AVGVSTA TAVRINORUM DOCET :-)

      Elimina
  2. Bellissimo! Me lo segno per la prossima volta che vengo a Torino.

    RispondiElimina
  3. Immagini davvero belle! Avevo visto qualcosa di simile nel 2007 durante una breve vacanza a Valencia, specie l'idea di decorare le finestre chiuse per dar loro una... "vita".

    Appena tornerò a Torino (dove sono stato pochissimo) vorrei andare al Museo della Frutta. Magari tu ci sei stata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco un'altra cosa che mi stupisce di Torino: esiste una serie infinita di musei che non conosco! Il Museo della Frutta rientra tra questi. Grazie quindi per la segnalazione, lo terrò presente per una futura visita :)

      Elimina
  4. Accidenti Blogger non mi ha permesso di inserire il pezzo di codice che consente di far aprire il link in un'altra pagina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo il
      target="_blank"
      qui non funzione. Nei commenti di Blogger c'è solo il...
      target="_Mountain_View"
      :-)

      Elimina
    2. Non capisco se si tratta di un baco o di una scelta pianificata!

      Elimina
    3. Anche io ho riscontrato questo problema. Tra l'altro, ci avevo provato dopo aver trovato le tue spiegazioni sull'inserimento del comando specifico :D

      Elimina
    4. E vedo che le emoticons non vengono convertite sul tuo blog, ma forse questo è un altro problema.

      Elimina
    5. Ah, quella è proprio un'impostazione di Blogger.

      Elimina
  5. bellissime! vero, torino si tiene segreta. vai e scopri alice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahahaha mi sento molto cane da tartufo ora.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...